Punta QUAGLIA Ubicazione e descrizione
  Schema Immagini Filmato

Tratto da: ISSD - Grotte Marine d'Italia - Memorie dell'Istituto Italiano di Speleologia 6 - Serie II Bologna 1994 A cura di M.Alvisi, P.Colantoni, P.Forti

Descrizione English description

Gorgonie rosse Paramuricea clavata, uova di gattuccio Scyliorhinus canicula e sciami di castagnole rosse Anthias anthias, caratterizzano l'immersione di Punta Quaglia. Il nome deriva dal fatto che un tempo i cacciatori si appostavano qui per aspettare il passaggio dei volatili. Si pu˛ incontrare corrente, la zona Ŕ distante dalla linea di costa e l'orientamento non Ŕ semplice soprattutto con poca visibilitÓ. In piena stagione il passaggio di barche Ŕ notevole perci˛, come sempre del resto, Ŕ bene farsi guidare. L'immersione pu˛ iniziare a ridosso della punta per raggiungere la sella (-30 mt) che unisce la parete al primo di due enormi roccioni. Nelle nicchie il riccio diadema Centrostephanus longispinus e qualche aragosta Palinurus elephas. Si pinneggia circondati dalle eleganti castagnole rosse che si ammassano nelle rientranze e danno vita ad un brulicante tappeto vivente. Altrettanto numerose le bianche uova di gattuccio che alcuni, ahimŔ, scambiano per galleggianti da pesca. Circumnavigando il primo roccione sui 35/45 metri, si giunge in prossimitÓ del secondo che Ŕ il gemello (-40 mt). Notevole il colpo d'occhio verso l'alto con le gorgonie che si stagliano nel blu. ╔ il momento di riattraversare la sella prendendo la giusta direzione verso la parete. Possibile incontro con il pesce di passo in una zona che si presta a diversi percorsi e profili di immersione.